VIKING CHIUDE LA STAGIONE REGOLARE AL TERZO POSTO

DISTASTRO E RISCATTO NEL WEEK-END AL TARQUINI

E’ successo di tutto nell’ultimo week-end di campionato al Tarquini di Ciampino. Due giornate di fuoco che hanno visto i Vikinghi prima schiantarsi contro il muro di FBC Bozen e poi rialzarsi per vincere contro UF Liftex Gargazon, scacciando i fantasmi del passato.

Il week-end di floorball non ha tradito le aspettative: spettatori in aumento, incontri di alto livello e spettacolo per il pubblico che ha sempre sostenuto i Vikinghi.

VIKING ROMA – FBC BOZEN  4-11 (0-4 ; 3-5 ; 1-2)

Tutti i Club del campionato italiano non possono che guardare con ammirazione il lavoro svolto da FBC Bozen, 12 vittorie, 1 pareggio, 0 sconfitte sono numeri che fanno impressione e gli altoatesini non si sono smentiti neanche a Ciampino.

Viking subisce una lezione di floorball memorabile; l’assenza di Nivukoski in difesa pesa sull’approccio mentale prima e sull’andamento della gara poi e i nostri rimangono storditi già dal primo periodo. Unterhofer, sempre ben servito dai compagni di squadra, segna 3 goal in 11 minuti, trapassando più volte la difesa dei Vikinghi e arrivando davanti ad Adragna in contropiedi fulminei, fino al 16’ quando confeziona un perfetto assist in una situazione di due contro uno a Mores che insacca con facilità. Se lo slot dei Viking è campo aperto per gli avversari, quello di FBC Bozen, al contrario, è impenetrabile, difeso perfettamente da tutta la squadra che sembra infallibile anche nei blocchi e quasi tutti i tiri dei Vikinghi colpiscono le gambe degli avversari salvo poche conclusioni troppo angolate ed annunciate per impensierire il portiere Herbst. Il primo periodo si chiude sul 0-4.

Nel secondo periodo i Vikinghi sembrano riprendersi e accorciano con Fazzi assisto da Zanella, ma poi crollano nuovamente concedendo altri 4 goal a Bozen capace di sruttare tutte le situazioni: contropiedi veloci, attacco lento e passaggi millimetrici, segna altre 2 reti Unterhofer assistito prima da Mores poi da Pfeifer, poi lo stesso Mores e ancora 2 reti di Unterhofer (Widman) di cui una in powerplay. Al 36’ nuovo sussulto dei Vikinghi che segnano la seconda con D’Anna che realizza un rigore in bello stile e chiude il periodo sul 9-2.

Pochi cambiamenti nel terzo periodo, la difesa bolzanina è un muro, i nostri continuano a tirare da posizioni troppo angolate mentre FBC con mestiere tiene il risultato e lo mette definitivamente al sicuro nei primi 10 minuti con altri 2 goal: Unterhofer (Widman) e Pfeifer (Widman). L’ultimo respiro Vikingo avviene troppo tardi con Holan (Rocco) dalla distanza.

Pur consapevoli dell’abilità degli avversari, i Vikinghi non si aspettavano una prova così deludente; nessuna scusante per tutte le fasi di gioco che hanno lasciato molto a desiderare e tutto il merito agli avversari che non hanno perdonato nulla.

VIKING ROMA – UF GARGAZON LIFTEX 7-5 (3-0 ; 1-4 ; 3-1)

Domenica mattina è l’ultima occasione dei Viking per migliorare la propria posizione in classifica e per dimostrare di saper imparare dai propri errori. La sfida è decisiva per il terzo posto, che significa non dover affrontare FBC Bozen in semifinale. L’avversario è la croce dei Vikinghi degli ultimi anni. I nostri infatti non hanno mai sconfitto Gargazon in regular season e la tensione negli spogliatoi è molto alta.

Comincia l’incontro e si capisce dalle prime battute che è un’altra Viking la squadra che sta giocando. Lo slot viene protetto bene e gli avversari sono costretti a cercare conclusioni da lontano. Viking va in vantaggio dopo soli 48’’ grazie ad una conclusione di D’Anna che viene fortuitamente deviata da un difensore altoatesino e raddoppia al 7’ con F.Zanella (D’Anna). Cristini viene punito con 10’ di penalità per comportamento antisportivo in seguito ad una vistosa esultanza e Viking passerà diversi minuti in inferiorità numerica. Tuttavia la difesa riesce a tenere e ben coordinata con Adragna, decisamente in giornata, respinge tutti i tiri avversari. Al 13’ Viking segna il terzo goal in powerplay con F.Zanella (Fazzi). Seguono fasi di gioco molto veloci e continui ribaltamenti di fronte ma il risultato rimane invariato fino alla sirena: 3-0.

In casa Viking sanno tutti quanto sia facile complicarsi la vita e nel corso di tutta la stagione i secondi periodi ne sono stati chiari esempi. D’altra parte la scuola altoatesina ci insegna come nella nostra disciplina non esistano risultati da amministrare ma solo un buon gioco di squadra da mantenere per recuperare o arrivare alla vittoria. Così dopo il quarto goal dei Viking con D’Anna (F.Zanella) ad inizio periodo, i nostri cominciano a giocare in modo confuso e disattento e Gargazon costruisce la sua meritata rimonta: Widner al 22’ tira sul piede di Adragna e la pallina rimbalza in porta, al 24’ Lochman trova chirurgicamente l’angolo lontano da posizione angolata, poi è la volta Plimisser in powerplay ed infine De Conno (Lochman) a completare l’opera. Si arriva alla sirena sul 4-4.

Il terzo periodo si apre con i Viking che temono il peggio: dopo soli 2’ De Conno entrato nello slot deposita in rete un rimbalzo e porta in vantaggio i suoi. Questa volta i nostri non si abbattono e si riportano in parità al 46’ con un contropiede di Holan che sfrutta un’uscita sfortunata del portiere avversario. Si prosegue con un fase confusa, molti falli da ambo le parti, ma la posta in gioco è molto alta e nessuna squadra vuole affrontare Bozen in Semifinale. Al 53’ Rocco trova l’angolo basso dalla distanza e al 55’ F.Zanella sfrutta un’incomprensione della difesa avversaria e deposita nella porta vuota la pallina del 7-5. Gli ultimi minuti sono tutti nella metà campo Vikinga ma Rocco, Cristini, Holan, Zanella e Olshov, le nostre linee difensive, prevengono tutti i passaggi pericolosi con una grande prova di carattere e Adragna respinge ogni conclusione da lontano arrivando a 30 parate con una percentuale di 86% e sigillando il risultato.

I Vikinghi hanno saputo rialzarsi un’altra volta dimostrando di avere un’identità forte e di saper sopperire ad assenze importanti quali Nivukoski e Åqvist.

Si conclude così la stagione regolare e la semifinale attende i nostri in Alto Adige dove Viking affronterà SSV Diamante Bolzano, squadra difficile e molto forte che nel girone di andata è stata sconfitta per 10-9 in un bellissimo incontro.

 

Il Club ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione degli eventi al Tarquini di Ciampino e il proprio pubblico per il supporto caloroso.

©2012 VIKING ROMA FLOORBALL CLUB - Tutti i diritti riservati | All rights reserved

CF: 97180170587

I contenuti presenti in questo sito sono di proprietà del Viking Roma Floorball Club escluso dove diversamente specificato.

Design By Valerio Pinna

Papesolution

VIKING ROMA FLOORBALL CLUB