Intervista Jere Nivukoski

TERVETULOA!!

Accogliamo così, nella sua lingua madre, il finlandese Jere Nivukoski, difensore classe ’88 senza dubbio il valore aggiunto di questa stagione 2012-2013.

Viking è una realtà avvezza sin dalla sua nascita agli stranieri, soprattutto provenienti dalle “terre del floorball” (Svezia – Finlandia). Ora che la terza generazione di giocatori (Zanella, Sorte, Murace) si affaccia al campionato di serie A è possibile rendersi conto dell’impatto positivo che i giocatori scandinavi, nel corso degli anni, hanno avuto, sia direttamente sia indirettamente, sui nostri giovani e giovanissimi. Passato il periodo delle polemiche (stagione 2007), senza entrare nel merito, rimane ciò che di utile hanno portato quegli anni gloriosi e controversi che hanno gettato le basi per quello che sarebbe stato il Viking del futuro. Un futuro che adesso è in piena fase di realizzazione.

Tornando al tema in oggetto, entriamo in contatto diretto con la squadra e riportiamo una breve intervista a quello che probabilmente è il miglior giocatore che abbia indossato la maglia dei Viking in campionato dai tempi di Bjerlestam e Tingland. Un giocatore completo, attivo in tutte le fasi del gioco, dotato di intelligenza tattica, altissime qualità tecniche, ottima fisicità e, infine, un tiro potente e preciso.


Intervistatore – Per quale motivo ti trovi in Italia e quanto resterai nel nostro paese?

Jere – Sono in Italia con il programma Erasmus presso l’”Università la Sapienza” di Roma, studio matematica e statistica. Rimarrò circa sei mesi, fino ad inizio Febbraio.

I.- Quali erano le tue aspettative sul Floorball Italiano  prima di partire?

J.- Non avevo molte aspettative, avevo sentito molto parlare del Floorball Italiano prima di arrivare a Roma. Il ragazzo finlandese che ha giocato con Viking due anni fa (Matti Hietala n.d.r.) teneva un blog dove raccontava molto del floorball in Italia. Comunque sono rimasto piacevolmente sorpreso dal livello del gioco e del palazzetto dove si giocano gli incontri casalinghi

I.- Come ti trovi in Viking Roma?

J.- Benissimo! I compagni di squadra sono fantastici e mi sto divertendo molto.

I.- Come ti sembra l’ambiente del Floorball in Italia? (considerando anche ciò che hai visto a Bolzano)

J.- Beh… Il floorball è uno sport minore. Lo è anche in Finlandia del resto. Quindi non sono sorpreso che pochi lo conoscano. Qui c’è calcio ovunque. Comunque finora ho incontrato molte belle persone tra gli “addetti ai lavori”. Inoltre si respira un’ottima atmosfera nell’ambiente, gli incontri a Bolzano sono stati esaltanti. Gli italiani sono sportivi e credo che il floorball stia crescendo.

I.- Parliamo della trasferta a Bolzano, in particolare della partita contro FBC Bolzano. Tutti si aspettavano una facile vittoria per gli altoatesini dato che è considerata la miglior squadra del campionato; eppure Viking ha giocato bene ed è rimasta in vantaggio per quasi tutto il secondo periodo. Cosa è andato storto?

J.- Abbiamo giocato un ottima partita, controllando il gioco quasi sino alla fine ma Bolzano ha sfruttato maggiormente le occasioni che ha avuto concretizzandone la maggiorparte. Eravamo vicini ai 3 punti. All’inizio del terzo periodo abbiamo avuto 5 minuti da dimenticare e loro hanno segnato 3 goal. Poi non siamo più riusciti a raggiungerli.

I.- Tornando alla squadra, pensi che questo gruppo abbia il potenziale andare avanti bene nel torneo?

J.- Penso che arriveremo tra le prime quattro nella regular season. Poi, ai playoff, tutto può succedere. Personalmente credo che abbiamo ottime possibilità persino di vincere il campionato.

I.- Cosa pensi dei giocatori più giovani?

J.- Viking ha molti giovani talentuosi e, per loro,  giocare con la squadra Senior rappresenta la migliore opportunità di crescita.

I.- Qualcosa su cui la squadra dovrebbe lavorare?

J.- Molte partite sono decise nel finale da situazioni quali powerplay e punizioni. Dovremmo lavorare di più per consolidare queste situazioni di gioco.

I.-  Per finire ti chiediamo un’impressione sulla squadra femminile.

J.- Il gruppo delle ragazze è quello che mi ha sorpreso di più! Hanno davvero molto talento. Bisogna continuare a lavorare e, possibilmente, incrementare il numero di ragazze che giocano a Floorball, sia in Viking che in Italia in generale. Perché il bello dello sport è sempre confrontarsi contro altre squadre.

Non ci resta che invitare tutti al campionato di Serie A il 27 e 28 Ottobre al Palazzetto dello sport f.Tarquini di Ciampino.

©2012 VIKING ROMA FLOORBALL CLUB - Tutti i diritti riservati | All rights reserved

CF: 97180170587

I contenuti presenti in questo sito sono di proprietà del Viking Roma Floorball Club escluso dove diversamente specificato.

Design By Valerio Pinna

Papesolution

VIKING ROMA FLOORBALL CLUB