CONTO PIENO!

I VIKINGHI TORNANO CON 6 PUNTI DALL’INCURSIONE IN ALTO ADIGE

 

Il Drakkar approda nuovamente nei dintorni di Bolzano e Viking Roma prende posto in alta classifica; con decisione si impone su Algund e con carattere e tantissime emozioni vince il big match contro Diamante.

ALGUND RAIFFEISEN – VIKING ROMA FC  2-12 (1-3 , 1-4 , 0-5)

Le tardive entrate in partita di Viking Roma non sono una novità e quando tra i fattori si inseriscono 7 ore di viaggio il rischio di inciampare si alza notevolmente.

Così si apre l’incontro del sabato sera nel bellissimo impianto di Algund (BZ) contro i padroni di casa. Gli avversari chiudono bene gli spazi, i nostri tirano da posizioni angolate il portiere altoatesino  si fa trovare sempre pronto. Dopo pochi minuti (numero 11 – Florian Unteruder) si trova in contropiede e trova la rete battendo Adragna, in copertura non perfetta, da posizione angolata. Viking è in svantaggio e deve svegliarsi. Ci pensa Åqvist che va a segno due volte, assistito da Nivukoski e ribalta il risultato. Al 17’ minuto Viking si porta sul 3-1 con un bellissimo goal di Cristini su punizione; slapshot diretto, potente e preciso che viaggia fino a sotto l’incrocio dei pali e sigilla il primo periodo. Il secondo periodo si apre con il secondo goal dei padroni di casa su punzione; primo campanello d’allarme per i Viking che hanno ancora molte difficoltà a gestire le palle inattive. Da questo momento sino alla fine del match la porta di Adragna rimane chiusa e i nostri prendono il largo. Segnano in questo periodo: Ardeleanu (2 reti), Pinna e Åqvist. Nel terzo periodo Viking archivia la pratica con altre 5 marcature:  Ardeleanu, Nivukoski, D’Anna e ancora Åqvist.

Doverosi e sentiti i complimenti alla squadra di casa ASC Algund Raiffeisen per il lavoro di promozione e inserimento di tanti giovani giocatori, futuri protagonisti del campionato italiano.

 

SSV DIAMANTE BOZEN – VIKING ROMA FC  9-10 (3-1 , 1-4 , 5-5)

Domenica mattina l’aria è carica di aspettative, la squadra vuole proseguire la serie positiva e dimostrare di meritarsi un posto sicuro nei playoff, ma il gruppo è consapevole dell’altissimo valore degli avversari.

Il primo periodo si apre in equilibrio, Diamante costruisce gioco meglio di Viking e tira più volte, Adragna è attento e la difesa ben piazzata mentre in fase offensiva i nostri faticano a trovare conclusioni pericolose. Diamante apre meritatamente le marcature con Concli su punizione. Ancora una volta Viking subisce goal da una situazione di palla inattiva, errori non ammissibili contro una squadra come Bolzano, che ha in tutti i suoi elementi ottimi tiratori. Gli avversari riescono perfino a raddoppiare in inferiorità numerica con Tribus, mentre Viking non riesce a sfruttare il powerplay, e poi si portano sul 3 a 0 con Gossner che sfrutta un bell’assist di Fraccaroli. Viking non può permettersi di subire un altro goal e deve assolutamente segnare prima dell’intervallo; Åqvist mette la sua prima firma sul referto con un tiro ad alta precisione che manda le squadre a riposo sul 3-1.

Secondo periodo caratterizzato a tratti da grande nervosismo da parte di entrambe le squadre e chiamate dubbie da parte degli arbitri. Viking cresce in tutte le fase di gioco, accorcia le distanze con Nivukoski e poi si porta in parità sfruttando nel modo migliore un powerplay 4 contro 3 con Francesco Zanella (Nivukoski). La partita è nuovamente in equilibrio e adesso sono i Vikinghi a condurre il gioco, tanto da portarsi in vantaggio di 2 lunghezze con Ardeleanu (Nivukoski) e Åqvist (Nivukoski). Ottima la fase di costruzione con il finlandese  che guida la propria linea con esperienza e fornendo assist per tiri sicuri. In questa fase Diamante trova conclusioni angolate e Adragna sempre pronto a respingere con sicurezza. Sul finale di periodo gli avversari accorciano le distanze e si portano sul 4-5 con un tiro preciso di Picin scaturito da una punizione, per Viking è l’ennesima mala gestione di questa situazione di gioco. Il match è nuovamente in equilibrio.

Il terzo periodo ha il sapore di una finale, è un continuo susseguirsi ad alto livello di goal, parate, azioni velocissime e scambi di leadership da parte di entrambe le squadre.  Diamante si porta subito in parità con Pixner, poi per Viking segna Nivukoski (Virdis) seguito da Rigo (Fraccaroli) per Diamante; e ancora Åqvist (Nivukoski) e Picin (Fassner) portano a metà periodo le squadre sul 7-7. 10 minuti da giocare e le squadre combattono per ogni pallina e su ogni zona del campo. Åqvist tenta di fermare un contropiede Bolzanino, ha successo ma gli avversari conquistano un rigore. Lo esegue Volgger, Adragna para e il risultato rimane invariato. Qualche minuto più tardi Diamante in powerplay si porta sull’ 8-7 dimostrandosi infallibile in superiorità numerica. Viking spinge al massimo e a 2’ e 38’’ al termine Nivukoski dalla distanza cerca la deviazione di un compagno ma trova la stecca di un avversario, pareggio fortunoso ma cercato con insistenza. Tutto deve ancora accadere: si rompono i sistemi difensivi delle due squadre e ad 1’ 37’’ al termine un bellissimo goal di Diamante porta il risultato sul 9-8, deviazione cercata e trovata perfettamente da Rigo che tira sulla stecca di Concli solo davanti ad Adragna. Non è finita, passaggio lungo di Bolzano che vuole sfruttare un altro corridoio lasciato libero dai nostri difensori, Adragna con un piede al limite dell’area si allunga e afferra la pallina, la spedisce a D’Anna sulla metà campo che apre sulla destra per Åqvist, tiro preciso che buca il portiere bolzanino sul primo palo, 1’27’’ al termine, il risultato è 9-9. Meno di un minuto e mezzo alla sirena, Viking gestisce la pallina con una calma da inizio partita; Ardeleanu trova uno spiraglio fra le stecche dei difensori di Diamante, la pallina viaggia dalla sinistra alla destra della metà campo avversaria, D’Anna raccoglie l’assist e mette la pallina nella porta avversaria alle spalle dell’incolpevole portiere. 51’’ alla fine; Diamante 9 – Viking 10. Negli ultimi secondi è assedio da parte di Bolzano, la difesa tiene insieme ad Adragna che respinge un ultimo tentativo. Finisce così

Viking Roma vince una partita sofferta, cadendo, rialzandosi e infine dimostrando di poter competere per il titolo.

Tante le conferme per questa squadra che ora vuole continuare a vincere: molto bene Cristini in difesa, oltre ai 3 goal nelle ultime 4 partite ha compiuto il salto di qualità per gestire in maniera intelligente le situazioni in difesa, Niccolò Zanella, talento puro e sempre più proiettato tra i nomi che contano nel panorama italiano, D’Anna che in condizioni fisiche non ottimali trova il goal vittoria con grande lucidità, Adragna in porta sicuro e presente nella sua area, Åqvist che non sbaglia un colpo, Nivukoski che rappresenta la marcia in più dei Viking di questa stagione. Complimenti anche a tutti Valerio Pinna, Andrea Virdis, Stefan Aredeleanu, Stefano Murace e Francesco Zanella che non compaiono sul referto ma sono stati protagonisti di questa emozionante trasferta.

©2012 VIKING ROMA FLOORBALL CLUB - Tutti i diritti riservati | All rights reserved

CF: 97180170587

I contenuti presenti in questo sito sono di proprietà del Viking Roma Floorball Club escluso dove diversamente specificato.

Design By Valerio Pinna

Papesolution

VIKING ROMA FLOORBALL CLUB