ADDIO PLAYOFF

BILANCIO STAGIONALE COMUNQUE POSITIVO

Il sogno vichingo di approdare ai play off si infrange contro Gargazzon, che vince soffrendo con uno scarto esiguo.

VIKING ROMA F.C.-GARGAZON LIFTEX 4-6 (2-3 : 1-2 : 1-1)

Bella l’atmosfera che si respira al palazzetto dello sport di Ciampino, sede dell’ultima partita di regular season, con molto pubblico a supportare i propri beniamini.

Viking Roma non è ancora in grado di disporre della rosa al completo per le assenze di Varelathi indisponibile e Pinna e Cristini ancora infortunati. Pertanto, come è ormai consuetudine, tocca ai giovani difendere i propri colori. La squadra non era accreditata dei favori del pronostico, ma tante volte Viking ci ha abituato a grandi imprese.

Il primo periodo inizia bene per i nostri, che impongono un pressing alto non permettendo a Gargazzon di esprimere il proprio gioco. Purtroppo, come spesso è accaduto durante tutta la stagione, sono le piccole cose a determinare il risultato finale delle partite dei nostri. Anche in questa occasione, infatti, disattenzioni, accompagnate a una buona dose di sfortuna, hanno causato il vantaggio ospite: al quarto minuto, un tiro deviato, che probabilmente il nostro portiere avrebbe neutralizzato, si insacca sul secondo palo, tra l’incredulità di locali e ospiti. Viking reagisce e dopo 5 minuti Zanella F. firma il pareggio con un tiro di prima. La partita è molto bella ed appassionante, con cambi di fronte veloci e repentini, con conclusioni nello specchio ad ogni affondo. Gargazzon cresce a metà periodo facendosi più intraprendente dei vikinghi, che subiscono prima il nuovo vantaggio ospite all’11’, in seguito ad un cambio difettoso, ed un terzo goal. Viking non commette lo stesso errore della settimana precedente, in cui aveva lasciato andare la partita dopo le prime difficoltà, e accorcia le distanze con D’Anna, assistito da Sorte, a 5’ dall’intervallo, che chiude il periodo sul risultato di 2-3.

Il secondo periodo è contrassegnato dalla continua superiorità numerica di Viking, in virtù del fatto che Gargazon comincia a commettere qualche fallo di troppo, sempre sanzionato dall’arbitro talvolta troppo intrasigente. Tuttavia Viking non riesce a sfruttare nessun power-play, e subisce due goal dagli avversari. L’unica rete dei nostri arriva in parità numerica  ad opera del difensore Zanella N., che sembra essersi trasformato in attaccante durante le ultime gare pur rimanendo fondamentale in difesa. Rilevante l’intervento del nostro portiere Adragna, che rovina la festa ad un attaccante avversario bloccandolo in una fase di 1 contro 0. Grande rammarico per le occasioni perse in fase di superiorità numerica, che, se ben sfruttate, avrebbero potuto proiettare Viking al pareggio o addirittura al comando della sfida. Il secondo periodo termina sul 3-5.

Apertura di terzo periodo che vede subito Viking accorciare le distanze ancora con D’Anna da posizione ravvicinata dopo un bellissimo scambio con Rocco. Sulle ali dell’entusiasmo Viking si getta con tutte le forze alla ricerca del pari e del sorpasso. Tantissime le occasioni create, ma non finalizzate o prontamente sventate dal bravo portiere avversario. Viking comincia a pagare la stanchezza dovuta alla continua rincorsa del punteggio, e finisce col rendersi inefficace in fase offensiva. A 6’ dal termine accade l’episodio che condanna i nostri alla sconfitta: Zanella N. commette, a detta del direttore di gara, un fallo eccessivamente duro e viene sanzionato con 5’ di penalità. Penalità dubbia, almeno per quanto riguarda l’entità; la penalità maggiore non permette infatti al giocatore di rientrare in caso di goal avversario. Viking, esausta, a 2’ dalla fine subisce anche il sesto gol, che chiude definitivamente la contesa. Risultato finale: 4-6

Enorme rammarico, non per la sconfitta patita con Gargazzon, ma per quelle precedenti, in cui Viking avrebbe potuto trovare i punti necessari per strappare il pass per i play-off. Eccellente la prova di molti giovani, che si confermano anche in questa ultima bella sfida. Gargazzon fredda ed efficace si conferma meritatamente tra le pretendenti al titolo.

Viking Roma vuole comunque sottolineare la propria soddisfazione per il risultato raggiunto; nessuno a inizio stagione si sarebbe potuto aspettare un rendimento del genere una squadra la cui maggior parte degli interpreti era esordiente e che detiene l’età media più bassa del campionato: 19 anni. Constatando la rapida crescita dei giovani, c’è molta probabilità che il quinto posto di quest’anno verrà migliorato l’anno prossimo. Viking ringrazia tutti coloro che hanno partecipato al campionato, tutti coloro che ci hanno seguito in modo affezionato e che hanno gioito con noi. La Serie A è conclusa ma continuate a seguirci poiché le competizioni delle altre categorie, U19, U16 e Femminile possono riservare ancora grandi soddisfazioni.

 

©2012 VIKING ROMA FLOORBALL CLUB - Tutti i diritti riservati | All rights reserved

CF: 97180170587

I contenuti presenti in questo sito sono di proprietà del Viking Roma Floorball Club escluso dove diversamente specificato.

Design By Valerio Pinna

Papesolution

VIKING ROMA FLOORBALL CLUB