OTTIMA PRESTAZIONE DELLE VIKINGHE A L’AQUILA

Un sabato emozionante che lascia tutto in bilico per la conquista del titolo femminile: tutte le squadre hanno infatti ottenuto una vittoria e si trovano a pari merito con tre punti ciascuna.

Le nostre ragazze hanno disputato due ottime partite mostrando affiatamento, grinta e voglia di vincere, qualità che hanno forgiato in questa compagine una forte identità.

Alla sconfitta contro le padrone de L’Aquila, maturata su qualche imprecisione difensiva, le Vikinghe hanno risposto con una bella vittoria contro le Bombshells di Milano.

 

GLS L’AQUILA – VIKING ROMA FC 8-5 (2-3 : 6-2)

Memori dell’anno precedente, quando le Aquilane vinsero il titolo trascinate dall’anima della squadra, Elisa Fischione, le nostre scendono in campo con la direttiva di controllare proprio la numero 75 che difficilmente sbaglia sotto porta. La tattica sembra funzionare e la situazione volge subito a favore delle nostre; dopo soli 3’ la Finlandese Talvikki Petäja intercetta un passaggio delle avversarie e da sola in contropiede batte il portiere Menchini per lo 0-1. Al 6’ minuto goal fotocopia del primo sempre con Petäja che vince nuovamente il duello con Menchini e porta il risultato sullo 0-2. Un minuto più tardi Angelica Berti accorcia le distanze per le Aquilane e al 13’ nuovamente Petäja, ancora in contropiede, riporta le nostre a 2 lunghezze di vantaggio. Chiude la prima frazione un goal di Fischione (Conte), fino a quel momento ben controllata dalle nostre, che alla prima incursione nello slot non sbaglia e manda a riposo le squadre sul 2-3.

Il secondo periodo segna la rimonta ed il sorpasso delle avversarie nei primi 10 minuti, che approfittano delle disattenzioni difensive delle Vikinghe, le quali troppe volte lasciano tirare le giocatrici avversarie da posizioni troppo comode. Le Aquilane vanno in goal ben 4 volte portandosi sul 6-3 con Galassi (Berti), Fischione (Berti), Conte (Berti) e nuovamente Conte (Fischione). Il tempo stringe e le Vikinghe provano a rialzarsi, ritrovando l’intesa dei primi minuti di gioco e al 15’ ancora Petäja raccoglie un bell’assist di Martina Ventura e insacca per il 6-4. La squadra si sbilancia per cercare il pareggio, le Vikinghe giocano bene ma trovano sempre una Menchini in gran forma a respingere tutti i tentativi e al 16’ una nuova incursione di Elisa Fischione riporta le avversarie a tre goal di distanza. Pochi secondi più tardi nuovo sussulto delle Vikinghe con Stefanie Scarpinella che, liberata da un passaggio di Petäja, batte Menchini con uno slapshot potente e preciso. Le nostre mostrano grande grinta nel cercare il pareggio ma la partita si chiude all’ultimo minuto con il definitivo 8-5 segnato da Conte assistita dall’ottima Berti.

La sconfitta non demoralizza le Vikinghe che fanno tesoro dei propri errori e acquisiscono consapevolezza dei propri mezzi. Nonostante il risultato le nostre hanno mostrato un bel gioco di squadra e un grande affiatamento.

L’incontro L’Aquila – Bombshells, secondo in programma della giornata, si conclude con la vittoria a sorpresa delle Milanesi per 7-6, trascinate dai goal di Marinello e della svedese Jonsson, ma soprattutto dalla prestazione magistrale del portiere Alberta Franco.

VIKING ROMA FC – MOLOTOV SERENISSIMA BOMBSHELLS 7-5 ( 2-3 : 5-2)

Si torna in campo per il secondo incontro. Le avversarie, in numero limitato, impongono un ritmo lento nei primi minuti, le Vikinghe cominciano a costruire il proprio gioco ordinato ma sono le Bombshells a passare per prime dopo 3’ con un tiro dalla distanza di Jonsson. Al 6’ minuto segnano nuovamente le avversarie con Ghirardo (Jonsson) e si portano a più 3 con Marinello, lasciata sola davanti a Damassa al 12’. Le nostre ragazze non si abbattono e cominciano a costruire la rimonta. Il gioco di squadra funziona in tutte le linee e arrivano molte conclusioni da posizioni pericolose che, tuttavia, trovano sempre l’ottima Alberta Franco a respingere. La consapevolezza di poter rientrare in partita con il bel gioco di passaggi dimostrato finora sprona ulteriormente le nostre che continuano a provare fino a quando al 17’ un tiro angolato di Martina Ventura trova la prima imperfezione del portiere avversario e accorcia le distanze. Pochi secondi dopo Michela Fillari, sempre fredda sottoporta, segna la seconda marcatura raccogliendo prontamente un rimbalzo e portando il risultato sul 2-3. La squadra ha definitivamente ritrovato se stessa e si continua a provare, le avversarie perseverano nelle conclusioni da lontano, sempre ben controllate da Viviana Damassa, aspettando l’occasione per un contropiede che non arriverà sino alla fine del prima metà di gioco.

Nei primi minuti del secondo tempo si concretizza la meritata rimonta ed il sorpasso delle nostre. Dopo soli 40’’ Martina Ventura, servita perfettamente da Beatrice Scucchia con un passaggio che attraversa tutta l’area avversaria, segna il goal del 3-3. Alle Vikinghe non basta e dopo pochi secondi arriva il sorpasso con un goal di Talvikki Petäja.  Al 3’ minuto arriva il pareggio delle Bombshells sempre con Jonsson dalla distanza. Sarà l’ultimo sussulto delle avversarie fino al finale di periodo. Al 6’ ancora Martina Ventura segna il nuovo sorpasso con un tiro preciso che non lascia scampo al portiere avversario. Al 7’ la stessa Ventura viene punita con 2’ per aver ostacolato il portiere avversario nel rilancio e le Vikinghe dovranno giocare in inferiorità numerica. E’ il momento più difficile ma le ragazze mostrano la voglia di vincere controllando perfettamente la situazione. Viviana Damassa si fa immensa e non lascia il minimo spiraglio alle conclusioni da lontano e Michela Fillari è perfetta nei blocchi fermando la maggior parte dei tentativi avversari; così le Vikinghe neutralizzano il powerplay avversario. Tutta la squadra si sblocca scrollandosi di dosso i timori iniziali, arrivano conclusioni da parte di tutte le giocatrici e soprattutto cresce l’intesa e la solidità in difesa, ottime De Santis e Marotta nel controllare le iniziative avversarie e lasciare poco spazio alle uscite. L’incontro prosegue e al 18’ le Bombshells tolgono il portiere per far entrare l’extra-player e Petäja ne approfitta, ben assistita da Fillari, per segnare il 6-4 nella porta vuota. Ancora un minuto e le nostre sigillano l’incontro con Petäja al 19’ assistita da Scarpinella al termine di una bella azione. C’è ancora tempo per un goal di Jonsson che porta il punteggio sul 7-5 e di una penalità di 2’ per Scarpinella che sconterà per soli 10’’ quando la sirena decreta la fine dell’incontro.

Una squadra che ha ormai acquisito la propria identità e l’ha saputa esprimere con un gioco corale e sostegno reciproco, per la felicità dei coach Adragna e D’Anna ai quali le ragazze hanno ottimamente risposto sul piano tattico.

Alle partite segue un bel terzo tempo organizzato da GLS Floorball L’Aquila a testimonianza dell’ottimo spirito di gruppo che lega tutto il movimento femminile.

Il prossimo concentramento è in programma per Maggio e decreterà la squadra vincitrice della competizione.

 

Lascia un commento