BUONA LA PRIMA

I VIKINGHI TORNANO DA BOLZANO CON 3 PUNTI

Si è disputata la prima giornata del campionato Italiano in un week-end con molte partite. Tante le conferme da questo primo assaggio di stagione: i campioni uscenti di FBC Bozen si dimostrano ancora la squadra da battere con due nette vittorie per 25–7 contro Molotov Milano e 16–4 contro SHC Serenissima. Sei punti anche per Gargazon che ormai è una realtà tra le grandi e per Sterzing che si appresta a vivere il suo primo campionato fra le protagoniste assolute.
In casa Viking l’atmosfera è combattuta tra le gioie della vittoria contro Diamante per 11-7 e la sconfitta di misura contro i giovani di Sterzing per 4-5. Tuttavia il gruppo si è dimostrato solido e capace di prendersi le proprie responsabilità in tutti i reparti. Molti aggiustamenti andranno eseguiti nel corso di questa prima fase di stagione, soprattutto per superare lo scoglio del secondo periodo, fase di gara che da anni pregiudica le prestazioni comunque alte dei nostri.

 

SSV DIAMANTE BOLZANO – VIKING ROMA FC 7-11 (0-4 : 3-3 : 3-4)

Viking arriva alla palestra Max Valier, da sempre casa dei rivali bolzanini, dopo otto ore di viaggio ed un solo mese di allenamenti, la memoria di queste situazioni non giova poiché i nostri hanno sempre esordito in trasferta con una sconfitta. Tuttavia la carica dei tanti giovani e l’esperienza dei giocatori più anziani contribuisce a creare la voglia di fare bene. I Diamantini si presentano rimaneggiati dalle squalifiche e anch’essi con pochi allenamenti.
Buon primo periodo dei Vikinghi che fanno dell’attenzione difensiva il loro punto di forza. Nella prima metà della frazione i nostri riescono a portare la strada in discesa: Aapo Mutanen, valore aggiunto di quest’anno, firma il suo primo hat trick italiano e poi mette a segno il suo quarto punto con un assist a D’Anna che non sbaglia. Dall’altra parte la difesa fa il suo dovere, con attenzione e intelligenza i nostri concedono pochissimo agli avversari, Cristini e Sallorenzo si dimostrano fortissimi nei blocchi mentre Zanella e Varhelati completano l’opera intercettando molti passaggi pericolosi, Adragna riceve tiri da posizioni molto angolate e chiude la porta. In questa frazione anche un rigore concesso agli avversari che viene neutralizzato da Adragna. 0-4 Viking, un divario che gli avversari non colmeranno più.
Nel secondo periodo il tema non cambia, Viking è ancora molto attenta in difesa, ottime coperture e Adragna continua a tenere la porta chiusa, ma cominciano ad arrivare le penalità. I nostri soffrono l’inferiorità numerica, mentre Bolzano è sempre ottima nel powerplay, il risultato è 2 reti su 2 situazioni di boxplay e una rete al secondo rigore per gli avversari, questa volta trasformato da Volgger. I Vikinghi continuano a tenere in difesa e costruiscono il loro gioco, arrivano le reti di Sorte D. (Zanella F.), D’anna e Ciotti (Mutanen).
Il terzo è la replica del secondo, tante penalità per i Viking che incassano regolarmente reti con l’inferiorità numerica, ma che poi rispondo sempre prontamente per mantenere il distacco. Gli avversari segnano altre 3 volte in powerplay e i Vikinghi rispondo con D’Anna (Mutanen), Sallorenzo (Mutanen), D’Anna (Mutanen) e chiude lo stesso Mutanen su assist di Murace.
Viking incassa 6 reti su 7 in inferiorità numerica ed una al secondo rigore. Ottima prova per inizio stagione che sembra aver mostrato una squadra con una identità difensiva finalmente ritrovata; buon mix tra l’esperienza di Cristini, tra i migliori della giornata, e Zanella, già al top della forma, e la carica dell’esordiente Sallorenzo a cui si aggiunge l’apporto di Valherati. Mutanen stellare, trascina l’attacco, distribuisce assist e segna con facilità. KIITOS!!

 

SV STERZING – VIKING ROMA FC 5-4 (2-0 : 1-1 : 2-3)

Gara dai toni differenti rispetto al giorno precedente. Sterzing è una squadra che si affaccia al gruppo delle migliori ed è destinata a rimanerci candidandosi per un posto nei playoff. Il gruppo guidato da Astenwald è giovane e determinato. I Vikinghi arrivano decisamente stanchi e visibilmente affaticati.
L’incontro si apre su ritmi bassi, entrambe le squadre si studiano e rimangono molto compatte in difesa. Primo affondo degli altoatesini dopo un punizione respinta da Adragna che da luogo ad una serie di rimbalzi Astenwald colpisce di rovescio nel traffico e porta in vantaggio gli avversari. Dopo qualche minuto arriva il primo vero errore difensivo dei Vikinghi, che il giorno prima erano stati molto attenti: nuovamente Astenwald, servito da Geyr, si trova da solo nello slot e con precisione batte Adragna. I Vikinghi cominciano ad entrare in partita e nascono le prime occasioni, tuttavia i tiri arrivano sempre da posizioni angolate e non riescono mai a superare l’ottimo portiere altoatesino, autore di una prestazione magistrale. Il risultato non cambia, molti tiri da ambo le parti che trovano i portieri sempre attenti. 2-0 Sterzing.
Nel secondo periodo esce il portiere Adragna, stanco e con un gomito dolorante, spazio per il giovane Nicolas Manca, portiere dell’Under 19. Gli avversari si portano sul 3-0 in una situazione di powerplay, i nostri continuano ad attaccare ma non riescono ad entrare nello slot sempre ben difeso dagli avversari, e tutti i tiri sono ben gestiti dal portiere altoatesino. Buona prova anche di Manca che respinge tutti i tentativi avversari. Nella seconda metà della frazione si sblocca la partita dei Vikinghi, un goal fortunoso di Tarani, neoacquisto dal Floorball Ciampino, riaccende le speranze dei nostri. Si chiude il secondo periodo sul 3-1.
Il terzo periodo è un susseguirsi di azioni veloci, i Vikinghi si rifanno vicini con D’Anna assistito da Murace, poi gli avversari segnano nuovamente. Nella seconda metà della frazione Astenwald H., capitano dei suoi, segna dalla distanza con un tiro lento e parabolico che beffa difesa e portiere dei nostri. I Vikinghi continuano a crederci, arriva un rigore a favore dei nostri che Mutanen, glaciale, trasforma con tranquillità, poi serve D’Anna per il 5-4. Rimangono pochi minuti e i Vikinghi attaccano più nervosamente, le conclusioni arrivano sempre da posizioni angolate e trovano ancora il bravissimo portiere avversario, che tiene il risultato e porta i suoi alla vittoria.

©2012 VIKING ROMA FLOORBALL CLUB - Tutti i diritti riservati | All rights reserved

CF: 97180170587

I contenuti presenti in questo sito sono di proprietà del Viking Roma Floorball Club escluso dove diversamente specificato.

Design By Valerio Pinna

Papesolution

VIKING ROMA FLOORBALL CLUB