Il Floorball

 

FLOORBALL IN POCHE PAROLE

La definizione ufficiale è quella di un gioco di squadra al coperto. Il pavimento può essere fatto di diversi materiali, come legno o vari tipi di materiale plastico. Il campo da gioco risulta poco più grande di quello da basket, circa come quello utilizzato per la pallamano o calcio a cinque.

Indicativamente il campo deve essere largo 20 metri e lungo 40 e deve essere circondato da un recinto. Il recinto è formato da una serie di sponde fatte in plastica alte 50 cm e con gli angoli arrotondati.

Il Floorball è considerato molto simile all’hockey su ghiaccio e su prato e, nei paesi in cui questi sport hanno una vecchia tradizione, si hanno grosse potenzialità di crescita. Normalmente scendono in campo 5 giocatori di campo ed un portiere per ogni team. Il numero dei giocatori in campo può variare durante il gioco a causa delle espulsioni per penalità. Una squadra può avere fino a 20 giocatori di campo ed un paio di portieri. E’ facile iniziare a giocare a Floorball perché è uno sport che non necessita di equipaggiamento complesso o costoso, anche ai livelli più alti. Il bastone e la pallina sono leggeri e facili da maneggiare e questo fa sì che sia facile da imparare. Il movimento richiesto nel Floorball è dato dalla corsa e può essere facilmente paragonato al basket. La natura del gioco non è violenta in quanto il contatto fisico non è ammesso. Questo fa sì che il Floorball sia un gioco ideale per squadre miste e per bambini, anche se, quando viene giocato nelle manifestazioni internazionali, può diventare molto fisico e tattico.

LE RADICI DEL FLOORBALL

Il Floorball è stato sviluppato originariamente in Svezia dove si giocava già dalla metà degli anni 70. Questo nuovo gioco, ha le sue radici un po’ in tutto il mondo in quanto giochi simili sono stati giocati per tutto il 19’ secolo.

Per esempio, in Nord America ed in Inghilterra, il floorhockey è nato dall’hockey su ghiaccio ed in Australia il famoso hockey da prato è diventato hockey al coperto. Le radici del Floorball si possono ritrovare in molti tipi di giochi, ma non divenne formalmente uno sport fino a quando gli svedesi crearono la prima Federazione Nazionale ufficiale il 7 novembre 1981 a Sala, Svezia. Quando il primo Regolamento Ufficiale vide la luce nel mese di Settembre del 1983, stabilendo che il campo da gioco avrebbe dovuto essere protetto da sponde, solo allora il moderno Floorball mosse i suoi primi passi nella direzione di uno sport organizzato.

Il Floorball di allora era uno sport molto differente da quello che noi oggi conosciamo, ma erano state gettate le fondamenta per la crescita internazionale di un nuovo ed eccitante sport di squadra che affascina le persone di tutte le culture.

SVILUPPO INTERNAZIONALE

Svezia, Finlandia e Svizzera formarono la Federazione Internazionale di Floorball (IFF) il 12 Aprile 1986. Nella decade successiva molti paesi in tutto il mondo manifestarono il loro interesse e, quando il primo campionato del mondo di Floorball maschile venne giocato in Svezia nel 1996, 18 paesi avevano già aderito all’IFF.

Il torneo ebbe un grande successo che culminò nella finale giocata tra Finlandia e Svezia con uno stadio tutto esaurito. Oltre 15.000 spettatori fecero da testimoni ad una performance spettacolare da parte degli svedesi, che batterono i finlandesi per 5-0 alla Stockholm Globe Arena.

Un ulteriore passo avanti si fece quando l’IFF diventò membro provvisorio, nel 2000, del GAISF (General Association of International Sport Federation) Associazione Generale delle Federazioni Sportive Internazionali per divenirne ufficialmente membro ordinario nel 2004.

L’IFF ad oggi conta 54 nazioni con più di 4.000 club e 300.000 giocatori tesserati. Il Campionato del Mondo viene giocato ogni anno; negli anni pari, per uomini e donne e negli anni dispari per donne e uomini U19.

Inoltre ogni anno viene giocata la Coppa dei Campioni del floorball e la Coppa Europa. Quest’anno c’è stato il riconoscimento del comitato olimpico internazionale (CIO) per diventare un gioco Olimpico.

IL FLOORBALL IN ITALIA

Lo sport in Italia ha cominciato a diffondersi a fine degli anni ‘90, quando vi era soltanto una parvenza di campionato. Una volta costituita la federazione nel 2000 si è generata anche una realtà agonistica organizzata sia di campo piccolo che di campo grande.

Attualmente il campionato di campo grande si compone di 10 squadre ed il campionato di campo piccolo di 10 squadre. Altre competizioni che vengono svolte in Italia sono il Campionato Italiano U19, Campionati Ragionali U14 e U11 e le rispettive Coppe Italia delle categorie Senior, Junior e Femminile.

La maggior parte delle squadre sono situate nel nord Italia, fanno eccezione la squadra di Roma, il Viking Roma F.C. e la squadra del L’Aquila, la GLS L’Aquila.

La presenza sul territorio nazionale della Federazione Italiana Unihockey Floorball agevola le società praticanti il Floorball, fornendo dettagliate informazioni sulla reperibilità del materiale necessario, sulla formazione d’allenatori e all’inserimento dei nuovi gruppi di praticanti nei tornei organizzati.

 

Europa: America: Asia: Oceania:
Svezia USA Giappone Australia
Finlandia Canada Singapore Nuova Zelanda
Danimarca Brasile Malesia
Norvegia India
Ungheria Corea
Russia Pakistan
Rep. Ceca
Serbia
Liechtenstein
Germania
Estonia
Lettonia
Belgio
Austria
Regno Unito
Polonia
Olanda
Slovacchia
Spagna
Italia
Slovenia
Georgia
Moldova

©2012 VIKING ROMA FLOORBALL CLUB - Tutti i diritti riservati | All rights reserved

CF: 97180170587

I contenuti presenti in questo sito sono di proprietà del Viking Roma Floorball Club escluso dove diversamente specificato.

Design By Valerio Pinna

Papesolution

VIKING ROMA FLOORBALL CLUB